martedì 6 febbraio 2018

The Son of No One (2011)


2002. Jonathan White è un poliziotto di Queens a New York. La sua quotidianità di marito e padre di una figlia epilettica viene bruscamente interrotta da un'inchiesta giornalistica originata da lettere anonime. In esse si fa riferimento a un duplice omicidio avvenuto nel 1986 e si insinua che i responsabili della polizia allora in servizio sapessero chi era il colpevole ma avessero volutamente lasciato il delitto impunito. Jonathan a questo punto vede riemergere il proprio passato di adolescente cresciuto in un casamento popolare. La vita sta per essere sconvolta per sempre.
Non si può negare che Montiel abbia una propria poetica e che su quella basi le storie che propone sullo schermo. Al centro di questa poetica c'è il degradato quartiere di Queens nel quale il regista è nato e cresciuto e che fa da coprotagonista (non da sfondo) anche al suo terzo film. Certo, il passaggio da un film 'Sundance' come Guida per riconoscere i tuoi santi a un lungometraggio che ha nel cast (oltre all'attore feticcio Channing Tatum) dei nomi come Al Pacino, Juliette Binoche, Ray Liotta e Michelle Williams non può non farsi sentire.

Continua qui

Trailer


Guarda il film

Nessun commento:

Posta un commento

Allacciate le cinture (2013)

Nell'arco di tredici anni, a partire dai duemila, in una Lecce che scopre il piccolo grande boom economico pugliese, due giovani auto...